Curva Filadelfia

lunedì 24 febbraio 1997

Agguato ultrà alla Juve

Filed under: notizie — magicajuventus @ 00:00

Agguato ultrà alla Juve

A Firenze sfasciato a sassate il pullman bianconero, colpito Peruzzi

DAL NOSTRO INVIATO FIRENZE – Non sono i sassi a fare più male. In questa domenica di ordinario teppismo – anzi di teppismo addirittura annunciato secondo il sindacato di Polizia a dispetto delle incaute previsioni di Marcello Lippi -, i sassi fanno solo più rumore. Perchè stavolta spaccano i vetri del pullman della Juve (ore 13.30, all’altezza della curva Fiesole, 4 o 5 ultrà che spuntano da dietro le auto di Polizia e Carabinieri e propiziano una fittissima pioggia) e perchè schegge e pietre raggiungono due giocatori (i portieri Peruzzi e Rampulla) senza peraltro scalfirli. I sassi, dunque, non fanno poi così male. Peggio, di sicuro, fanno i lacrimogeni che si spargono dentro lo stadio Comunale mezz’ora prima della partita e non c’è spettatore che non lacrimi, si strizzi gli occhi, si protegga naso e bocca con i fazzoletti. Sono cinque minuti di odori forti, brutti e cattivi che toccano tutti perchè riguardano tutti. Fiorentina – Juventus non è ancora cominciata e ci sarebbe molto per dire che tutto è già finito. Perchè tra i sassi e i lacrimogeni succede una cosa così “normale” per il popolo da stadio da non preoccupare nessuno. Infatti non colpisce e non ferisce nessuno se non i 39 morti dello stadio Heysel a Bruxelles che qui dentro non ci sono, come non ci sono i loro familiari, come non c’è memoria in nessuna domenica e su nessun campo dove il risultato conti più della decenza. Sono i tifosi della curva “Maratona”, quella opposta alla “Fiesole”, a scandire un trito, poco comprensibile, rosario di numeri. E’ la contabilità della tragedia: ricordarla per schernire. Uno alla volta così fa più male. Sentiteli come gridano in coro: “Uno, due, tre… venticinque, ventisei… trentotto, trentanove: ole, ole, ole”. E tutti – se non tutti almeno i tanti della “Maratona” – a batter le mani paghi di tale sprezzo del nemico. Il nemico – gli juventini, appunto – sta stretto tra il settore distinti e la “Maratona”. Non è tranquillo, il nemico, visto che, a rigor di cronaca, è quello che comincia per primo: attacca con i bengala, almeno quattro, rossi da squarciare il cielo e che atterrano pericolosi sui tifosi viola. Poi, sempre dal settore dei bianconeri, qualcuno scavalca l’inferriata e prende a lanciar sassi, monete, lattine. I poliziotti quasi subito sparano i lacrimogeni. Si gioca e in campo arriva di tutto. Contro Zidane (dai “distinti”: arance) mentre sta per battere un angolo; contro l’assistente dell’arbitro, Pisacreta (dal “parterre”: bottiglie), quando segnala un fuorigioco di Batistuta; nel mucchio (da dietro una porta: un altro bengala) all’intervallo, sui giocatori che rientrano negli spogliatoi. Di questa giornata di sport assai prossima all’oblio non restano che due risultati finali: l’1-1 e una decina di feriti tra le forze dell’ordine. Il primo avrà di gran lunga il primato sul secondo. Del secondo, infatti, siamo abituati a dire: ordinaria amministrazione, poteva andare peggio. Pessime conclusioni, inevitabili peraltro.

Padovan Giancarlo

Pagina 35
(24 febbraio 1997) – Corriere della Sera

domenica 23 febbraio 1997

Fiorentina-Juventus 96/97

Filed under: fototifo, Trasferte — magicajuventus @ 15:00

juventus-1997-02-23-fiorentina-juventus.jpg

mercoledì 5 febbraio 1997

Juventus-Paris SG Supercoppa 1997

Filed under: Campo neutro, fototifo — magicajuventus @ 20:30

juventus-1997-02-05-juventus-paris-sg-supercoppa-a-palermo-1.jpg juventus-1997-02-05-juventus-paris-sg-supercoppa-a-palermo-2.jpg juventus-1997-02-05-juventus-paris-sg-supercoppa-a-palermo-3.jpg 1997-02-05 juventus-paris sg (supercoppa a palermo) 4 1997-02-05 juventus-paris sg (supercoppa a palermo) 5

domenica 2 febbraio 1997

Cagliari-Juventus 96/97

Filed under: fototifo, Trasferte — magicajuventus @ 15:00

juventus-1997-02-02-cagliari-juventus-1.jpg

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.