Curva Filadelfia

giovedì 18 aprile 1996

Striscioni a Piacenza: paga anche la Juve

Filed under: notizie — magicajuventus @ 00:00

UNA SENTENZA INEDITA

Striscioni a Piacenza: paga anche la Juve

MILANO . La sindrome del beduino (i nemici dei miei amici sono miei nemici) costa 6 milioni alla Juventus. E questa la sanzione inflitta dal giudice sportivo alla società bianconera per gli striscioni apparsi allo stadio Galleana durante Piacenza Torino. E una sentenza a suo modo rivoluzionaria, perchè colpisce una protagonista indiretta dalla partita. Ammende per responsabilità oggettiva, naturalmente, sono state inflitte anche al Piacenza e al Torino: 2 milioni e 25 milioni con diffida. Gli striscioni esposti facevano riferimento alle tragedie dell’Heysel e di Superga: al 21′ del secondo tempo veniva esposto dalla tifoseria ospite lo striscione “A Roma come a Bruxelles, speriamo in una nuova Heysel”, mentre al 40′ , nella curva del Piacenza, compariva la scritta “Noi 39 morti combattendo, voi uno schianto da leggenda”. L’ammenda per il Piacenza è stata inflitta perchè i supporters locali hanno agevolato l’esposizione dello striscione. Dell’episodio si è già occupata anche la giustizia ordinaria. Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Piacenza, Antonino Mazzi, ha concesso ieri gli arresti domiciliari ai tre ultrà del Torino arrestati domenica dopo gli incidenti. Sono: G.S., 25 anni, D.C., 22, e M.L., 23.

Pagina 41
(18 aprile 1996) – Corriere della Sera

mercoledì 17 aprile 1996

Nantes-Juventus 95/96 Champions league

Filed under: Coppe europee, fototifo, Trasferte — magicajuventus @ 20:30

juventus-1996-04-17-nantes-juventus-1.jpg juventus-1996-04-17-nantes-juventus-2.jpg 1996-04-17 nantes-juventus 4

lunedì 15 aprile 1996

Granata verso la B, ultrà scatenati

Filed under: notizie — magicajuventus @ 00:00

A PIACENZA STRISCIONI VERGOGNA, INCIDENTI E FERITI

Granata verso la B, ultrà scatenati

NOSTRO SERVIZIO PIACENZA . A Piacenza i tifosi tornano alla ribalta, stavolta spalleggiati vigorosamente da duemila sostenitori del Torino. Dopo i cori di scherno e gli striscioni insultanti dedicati a Baresi e Desailly, un’altra domenica nel segno dell’intolleranza e del la violenza, conclusa da una guerriglia nei dintorni dello stadio, innescata soprattutto dai tifosi granata, che ha costretto le forze dell’ordine a sferrare un paio di cariche e a sparare qualche candelotto lacrimogeno. Pesante il bilancio degli incidenti. Tre agenti e un carabiniere sono rimasti feriti (uno ha una tibia fratturata, per il lancio di un grosso sasso); tre tifosi del Torino sono stati arrestati e rinchiusi in carcere (per lancio di oggetti, resistenza e lesioni) e undici sono stati denunciati. Tutto era cominciato con l’esposizione di uno striscione ancora dedicato a Gigi Cagni, l’allenatore del Piacenza, che aveva stigmatizzato il comportamento dei tifosi nei confronti del Milan: “Cagni rispetta gli ultrà”. Ma ce n’era anche un altro che raccomandava: “Vogliamo la conferma di Cagni”. Poi, sulla curva occupata dai più accesi sostenitori emiliani, appariva uno striscione che poteva anche sembrare scherzoso: “La mucca è pazza perchè il Toro va in B”. Ma a quel punto si scopriva che tra i sostenitori del Piacenza si erano infiltrati alcuni capi della tifoseria juventina, venuti sin qui per provocare i rivali in una sorta di derby lontano da Torino. La presenza dei “nemici” doveva essere nota ai sostenitori granata, che verso la mezz’ora del secondo tempo srotolavano uno striscione agghiacciante, che alludeva alla prossima finale di Coppa dei campioni: “A Roma come a Bruxelles, speriamo in un nuovo Heysel”. Drammaticamente evidente l’accenno alla tragedia che aveva preceduto la sfida del 1985 tra Juventus e Liverpool. Dalla curva opposta la replica era fulminea nella sua becera stupidità: “Noi 39 morti combattendo, voi uno schianto da leggenda” diceva un altro striscione, che si spingeva ancora più indietro nel tempo, sino alla tragedia aerea del ’49 a Superga. Manco a dirlo, dovevano passare alcuni minuti prima che qualcuno provvedesse a far rimuovere i due vergognosi striscioni. Poco dopo, mentre il Torino era ormai avviato verso una sconfitta che lo condanna virtualmente alla serie B, esplodeva la rabbia dei suoi tifosi, che tentavano di sfondare una cancellata per irrompere in campo prima di accendere la guerriglia con le forze dell’ordine.

Gherarducci Mario

Pagina 29
(15 aprile 1996) – Corriere della Sera

sabato 13 aprile 1996

Juventus-Sampdoria 95/96

Filed under: fototifo, Stadio Delle Alpi — magicajuventus @ 15:00

juventus-1996-04-13-juventus-sampdoria.jpg

sabato 6 aprile 1996

Torino-Juventus 95/96

Filed under: Derby, fototifo, Stadio Delle Alpi — magicajuventus @ 15:00

1996-04-06 torino-juventus 2

mercoledì 3 aprile 1996

Juventus-Nantes 95/96 Champions leauge

Filed under: Coppe europee, fototifo, Stadio Delle Alpi — magicajuventus @ 20:30

juventus-1996-04-03-juventus-nantes-1.jpg juventus-1996-04-03-juventus-nantes-2.jpg juventus-1996-04-03-juventus-nantes-3.jpg juventus-1996-04-03-juventus-nantes-4.jpg

Blog su WordPress.com.