Curva Filadelfia

domenica 28 marzo 1993

Ancona-Juventus 92/93

Filed under: fototifo, Trasferte — magicajuventus @ 15:00

juventus-1993-03-28-ancona-juventus.jpg

domenica 21 marzo 1993

Juventus-Inter 92/93

Filed under: fototifo, Stadio Delle Alpi — magicajuventus @ 15:00

juventus-1993-03-21-juventus-inter.jpg

domenica 7 marzo 1993

Juventus-Napoli 92/93

Filed under: fototifo, Stadio Delle Alpi — magicajuventus @ 15:00

1993-03-07 juventus-napoli 1 1993-03-07 juventus-napoli 2

Poca Juve, tanti nervi

Filed under: notizie — magicajuventus @ 00:00

TORINO – “Boniperti, vendili tutti”. “A lavorare, andate a lavorare”. “Tirate fuori l’ orgoglio”. “Vialli, non fare l’ indifferente”. “Galia, torna a Verona”. “Siete delle signorine”. E’ questa una breve scelta delle frasi più gentili che una trentina di ultras bianconeri – il gruppo è quello dei Drughi – ha dedicato ieri alla Juventus, dopo aver fatto irruzione nel centro “Sisport Fiat” di Orbassano dove la squadra si allena quotidianamente. Minacce al gestore del bar, ad un guardiano, ad una collega di Canale 5 (avvicinata con un bastone) e agli operatori dell’emittente televisiva cui è stato “consigliato” di non riprendere la scena. E poi calci contro una scrivania e altre parole pesanti nei confronti dei giornalisti (uno è stato colpito da uno sputo). Finché l’impianto è stato chiuso a chiave – una sorta di estemporaneo assedio, insomma – in attesa che intervenissero le forze dell’ordine. L’allenamento ha avuto inizio con notevole ritardo, e tardi sono arrivati pure i carabinieri, quattro pattuglie in tutto, ma ormai gli ultras se n’erano andati dicendo che avrebbero aspettato i giocatori a Villar Perosa. Sergio Brio, allenatore in seconda della Juventus e il medico Pasquale Bergamo hanno quindi parlamentato con il gruppetto. “Gridare è un diritto – ha commentato il dirigente Francesco Morini – purché non si ecceda. Abbiate pazienza ma qui siamo tutti ospiti, noi e voi”. Della Fiat, dunque i bianconeri sono ospiti di se stessi e di una struttura frequentata da migliaia di dopolavoristi, con un continuo viavai di gente. Certi episodi non accadrebbero se la società fosse dotata di quel centro tecnico privato mai costruito, al contrario di quanto hanno fatto altri importanti club. Tre ore difficili, quindi il pullman della Juventus è partito per il ritiro di Villar Perosa scortato da due volanti dei carabinieri. La località della Val Chisone è stata raggiunta mediante un percorso alternativo per evitare eventuali agguati e sassaiole. “Capisco questi ragazzi – ha detto Trapattoni – anche perché a Lisbona c’ erano e non si sono divertiti. Comunque non si dica che non ci mettiamo impegno. Se in Portogallo avessimo pareggiato, ora sarebbero tutti soddisfatti”. Laconico il commento di David Platt, l’unico giocatore insieme a Carrera a soffermarsi brevemente sull’accaduto: “I tifosi sono frustrati quanto noi”. “Si possono criticare il nostro gioco e i risultati, non l’impegno” ha commentato il terzino. Silenzio assoluto da parte di Vialli e Roberto Baggio, i bianconeri più contestati. Ma quest’ultimo ha avuto l’infelice idea di scagliarsi verbalmente contro l’inviato di un quotidiano sportivo, “reo” di aver dato un voto troppo basso. Un altro segno di disagio e debolezza. – m c

La Repubblica – 07 marzo 1993 – pagina 40 – sezione: SPORT

Blog su WordPress.com.